Blog e News

In questo articolo scoprirai come funziona l’email marketing e la sua Newsletter, fondamentale per il proprio business. Una volta terminata la lettura, avrai una solida conoscenza delle nozioni di base insieme al know-how per integrare l’email marketing nella tua strategia di business.

L’email ha già più di 45 anni, ha una sua storia, ma non ha perso nulla della sua rilevanza fino ad oggi, anzi. Ancora oggi la posta elettronica è uno dei canali di comunicazione più utilizzati ed efficaci nel marketing online ed è quindi impensabile concepire un marketing mix senza fare leva su questo strumento.

È meglio imparare a fare email marketing prima di lanciare la prima campagna. In questo modo otterrai migliori risultati ed eviterai incidenti imbarazzanti.

Che cos’è lEmail Marketing e a cosa ci serve la Newsletter?

Lo scopo dell’email marketing è quello di educare, informare e conquistare la fedeltà del tuo pubblico ideale interessato al tuo prodotto o al tuo servizio.

E impensabile nel 2022 fare un’attività di marketing senza avere un servizio email, è un aspetto essenziale per la crescita e la gestione del tuo business.

Le email di marketing contengono una specifica call to action destinata a generare vendite o a portare traffico su specifiche pagine del tuo sito. È anche un potente strumento per creare una comunità.

La Newsletter

La newsletter oggi è super efficace per il nostro business online soprattutto perché il suo tasso di apertura è 40 volte più efficace dei social network per ottenere nuovi clienti; offre un tasso di conversione del 17% più alto; ha un ROI (per chi non lo sapesse è il ritorno sugli investimenti) stimato del 4.300%; ogni euro speso per l’email marketing offre un ritorno di 44 euro. Fantastico no?

Quindi la Newsletter é fondamentale, inviare la mail giusta alla persona giusta permette di creare comunicazioni personalizzate in grado di far sentire speciale l’utente.

Certo, il passo non è breve, ma la possibilità di esserci al momento giusto (come ad esempio inviare un buono sconto per un acquisto il giorno del compleanno di un iscritto alla newsletter) è un primo step per trasformare un semplice contatto in un cliente.

Come creare una Newsletter efficace

Abbiamo visto come le newsletter siano uno strumento incredibilmente proficuo, ma è bene precisare che questo è possibile solo nel caso in cui le email vengano create ed utilizzate nel modo corretto.

Ecco alcuni punti che non possono mancare nella stesura della tua Newsletter

  • Stabilisci un calendario editoriale della newsletter, non inviare solo offerte commerciali, tratta argomenti che possano interessare i tuoi utenti come consigli utili, casi di successo ed esperienza. Creati delle regole per inviare messaggi costantemente, non abusare degli invii ma sii regolare;
  • Attenzione all’oggetto email, deve convincere a cliccare e perciò deve essere breve, chiaro e veritiero;
  • Attenzione al mittente, fai in modo che la tua e-mail sia inviata da un utente che il destinatario conosce e, se possibile, firma la mail con il tuo nome;
  • Personalizza il messaggio, tutti i sistemi di newsletter ti permettono di gestire le variabili collegate ai dati del tuo utente (ad esempio per iniziare la mail con “Buongiorno Marco”) quindi è molto importate nella registrazione dei vostri utenti impostare i dati necessari a tale attività;
  • Pensa al tuo target di riferimento, a nessuno piace ricevere comunicazioni generiche e impersonali, le newsletter personalizzate sono molto più efficaci perché dimostrano al lettore che ti sei preso del tempo per capire i suoi bisogni e che sei interessato a lui come singolo individuo. Un errore che si commette troppo spesso è focalizzarsi su quello che il brand vuole dire, piuttosto che su quello che i clienti vogliono effettivamente leggere.

Inoltre, fai attenzione al contenuto della mail che invii, segui sempre queste regole:

  • Semplifica, scrivi semplice, non troppo testo ma neanche troppo poco;
  • Valuta il tono di voce;
  • Cura la leggibilità del testo, organizza in paragrafi, nel caso inserisci elenchi puntati;
  • Inserisci immagini di qualità;
  • Non dimenticare la call to action;

Come Avere una Strategia di Email Marketign Efficace

Creare una campagna di email marketing è facile per chiunque, ma creare una strategia efficace e originale che produce mille o più euro al mese è ben altra cosa.

Lo scopo finale è generare profitti, e per raggiungerlo non puoi navigare alla cieca.

La tua strategia di email marketing deve essere “intelligente”.

Bisogna progettarecrearemisurare e ottimizzare.

Il tutto con consapevolezza di ciò che stiamo mettendo in campo. Il “controllo” è la chiave del successo. Il “caso” il nostro principale nemico. La creatività un’arma fondamentale.

Nel prossimo capitolo esaminiamo i passaggi fondamentali per creare una strategia di email marketing da zero. A seguire, proveremo ad approfondire tre aspetti in modo da ottimizzare il processo e ottenere il massimo dai risultati.

Definire gli obiettivi della campagna di email marketing per ottenere risultati e generare profitto da una campagna di email marketing è necessario innanzitutto definire con chiarezza quali sono gli obiettivi.

Questa è la base per avere controllo sulla campagna e per determinare se i risultati sono soddisfacenti.

La definizione dell’obiettivo (o degli obiettivi) consente di sapere se la campagna è efficace e costituisce il presupposto sul quale valutare diverse strategie e tecniche.

Quindi dobbiamo definire i nostri obiettivi per evitare di intraprendere strade fallimentari. E’ un errore che commettiamo un po’ tutti quando siamo alle prime esperienze (compreso la sottoscritta). Si comincia con grande entusiasmo e si finisce per abbandonare quando il progetto appare ormai confuso e senza speranza.

Col tempo ho imparato che buona parte dei primi fallimenti della mia vita dipendeva dalla mancanza di obiettivi chiari e concreti.

Esempio: l’obiettivo è quello di attirare nuovi clienti, o voglio mantenere quelli attuali? Vogliamo semplicemente aumentare la nostra popolarità o la campagna è finalizzata alla vendita di un prodotto o un servizio?

Un metodo intelligente per definire gli obiettivi di una campagna di email marketing

Un metodo semplice per definire ciò che vogliamo ottenere dalla nostra campagna di email marketing è il metodo SMART.

Descritto nel libro The Practice of Management da Peter Drucker, “SMART” non è altro che un acronimo che indica come devono essere strutturati gli obiettivi di una strategia.

Il metodo SMART si trova oggi in più versioni formulate da esperti diversi, ma il suo nucleo fondamentale è rimasto pressoché invariato e valido.

Per essere ben definito un obiettivo deve essere:

(S) Specific (specifico):

più l’obiettivo è specifico, più saremo in grado di definire e controllare le varie tappe per raggiungerlo. L’obiettivo deve essere chiaro e inequivocabile. Ad esempio, se il nostro obiettivo è quello di aumentare gli iscritti alla newsletter, dobbiamo esattamente saper per quale scopo vogliamo nuovi iscritti, chi sono gli utenti coinvolti, dove si trovano, quando possiamo raggiungerli e quali sono i requisiti necessari per farlo. La specificità è propedeutica a concretizzare quello che vogliamo ottenere.

Esempio concreto: “generare nuove conversioni” è generico, “generare nuove conversioni con la vendita di un prodotto specifico con una campagna di email marketing rivolta a chi usa WordPress” è un obiettivo specifico.

(M) Measurable (Misurabile):

dobbiamo essere in grado di misurare il nostro obiettivo. Un obiettivo non misurabile è un obiettivo fuori controllo. E con un obiettivo fuori controllo è impossibile determinare se la strategia sta rispondendo con i risultati sperati o meno.

Esempio concreto: un obiettivo del tipo “aumentare il numero di conversioni” non è quantificabile e non può costituire un criterio di valutazione. Diversamente, un obiettivo del tipo “aumentare le conversioni nella vendita del mio infoprodotto del 50%” è misurabile e ci consente di valutare con precisione se le azioni intraprese sono in linea con quanto prefissato.

(A) Achievable (Realizzabile):

avere obiettivi irraggiungibili significa sprecare tempo e risorse. In fase di progettazione, dunque, è necessario porsi la domanda: “Come?”. Come posso realizzare il mio obiettivo? Ci sono vincoli che limitano il suo raggiungimento? Ogni obiettivo implica una sfida con se stessi e con gli altri (utenti, competitors, ecc.) ed è inutile combattere contro mulini a vento.

Esempio concreto: “vendere un infoprodotto a 500 utenti attraverso una email” è un obiettivo irrealizzabile. “Vendere un infoprodotto a 500 utenti con una campagna di email marketing” è realizzabile (oltra ad essere specifico e misurabile).

(R) Relevant (Rilevante):

questo criterio evidenzia l’importanza di scegliere obiettivi di valore, ovvero in relazione al nostro tipo di business. Un obiettivo del tipo “vendere 30 eBook del nuovo corso di cucina indiana di Miss B. con una campagna pay per click” è specifico, misurabile e realizzabile, ma non ha nulla a che vedere con il nostro business se ci occupiamo di Internet marketing. Essere consapevoli dei propri mezzi e delle proprie competenze è fondamentale per definire obiettivi raggiungibili.

(T) Time-bound (vincolato da scadenza):

è necessario impostare un intervallo di tempo entro il quale raggiungere l’obiettivo, impostando una data limite. Questo intervallo può essere segmentato in obiettivi secondari a scadenze più brevi, in modo da poter analizzare le statistiche e confrontare i risultati nei vari step della strategia.

Esempio concreto: “vendere un infoprodotto a 500 utenti con una campagna di email marketing in 3 mesi” è un obiettivo SMART, che racchiude tutti i vincoli descritti fino ad adesso, compreso il time-bound. Questo obiettivo implica degli obiettivi secondari, come “catturare 2000 contatti validi i primi 15 giorni” o “avere un open-rate di almeno il 60% durante la fase di lead nurturing”.

La scelta di un servizio di email marketing

Scegliere tra i diversi software di email marketing significa scegliere fra prezzo di ricerca, affidabilità, supporto tecnico, design dei modelli, facilità d’uso, integrazioni e diverse funzionalità aggiuntive.

Il miglior software di email marketing dovrebbe permetterti di progettare facilmente email, segmentare il tuo pubblico, personalizzare i tuoi messaggi e visualizzare i rapporti di analisi

Il web offre una miriade di possibilità e non è facile navigare tra le diverse offerte e scegliere la migliore piattaforma di email marketing. Sicuramente nella tua ricerca ti imbatterai in molti programmi di email marketing gratuiti, ma devi sapere che non sono adatti a tutte le aziende e a tutte le esigenze.

Quello che puoi fare per prendere la decisione migliore è rispondere onestamente a queste domande e identificare i tuoi obiettivi:

  • Quanti contatti hai e quanti ne vuoi raggiungere?
  • Quante email vuoi inviare?
  • Vuoi inviare email transazionali, email di marketing o entrambe le tipologie di email?
  • Preferiresti avere la garanzia di un’assistenza clienti nella tua lingua?

Se prevedi di inviare molte email e gestire in modo professionale la tua campagna di email marketing, non possiamo che consigliarti di scegliere una piattaforma a pagamento, magari approfittando della prova gratuita per capire se è adatta alle tue esigenze.

Come forse saprai già esistono numerosi software automatici di email marketing. Qui ci limiteremo a citarne 3, ossia i 3 più famosi e utilizzati oggi al Mondo. 

Email Marketing Software:

  1. GETRESPONSE
  2. MAILERLITE
  3. AWEBER
Vari servizi Email di Aurorisponditori

L’ANGOLO DEI CONSIGLI

E come al solito eccoci arrivati alla fine, ma non possono mancare i miei consigli per creare una efficace email.

Scegli un sistema di email marketing professionale e adatto alle tue esigenze

Prima di sottoscrivere un abbonamento a un sistema di email marketing, confrontane alcuni in base alla tue esigenze (numero e frequenza di invio newsletter, quanti contatti hai in mailing list, etc.)

Dopo uno studio attento, io ho scelto di utilizzare per me e per i miei clienti, un sistema di email marketing ottimo e funzionale, che permette di fare tutte le verifiche del caso e con un valido servizio di assistenza. 

Mailerlite offre diversi articoli anche in merito alla deliverability, ed è molto attento affinché il messaggio possa essere recapitato in modo corretto.

Attraverso Mailerlite ho impostato alcune newsletter con diversi gradi di automazioni e personalizzazioni e ho redatto un progetto di tutorial per il completo funzionamento del programma per conto di una società che si occupa di formazione.

Cura i contenuti della newsletter

I contenuti, come abbiamo visto, sono la ricetta di una newsletter di successo.  Puoi prendertene cura in vari modi:

  • chiarisci agli utenti fin dalla fase di iscrizione di cosa parlerà la newsletter;
  • crea un format editoriale: definisci frequenza di pubblicazione, forma, lunghezza, rubriche, aspetto visivo, contenuti speciali;
  • crea uno schema di contenuti: rubriche, testo libero, box informativi;
  • definisci una cadenza di pubblicazione e lavora in anticipo al piano editoriale in modo da sviluppare con cura i contenuti e non sovraccaricarti;
  • cerca l’interazione con l’utente attraverso domande, sondaggi, richiesta di risposte.

Imposta l’aspetto visivo della newsletter

La newsletter deve rispettare la tua identità visiva e renderti riconoscibile attraverso quegli elementi che distinguono il brand (logo, payoff, colori, font, stile della pagina). Nel caso questo non sia possibile perché la newsletter è un progetto specifico, separato dall’identità aziendale o professionale, è necessario impostare la sua immagine visual e mantenerla nel tempo.

Ecco alcuni suggerimenti per facilitare il desiderio di aprire e leggere la mail:

  • dai corpo ai testi, anche in base ai contenuti e alla struttura in rubriche, con colori differenti, spazi e filetti di separazione;
  • facilita la lettura, anche su smartphone con una struttura composta da titoli, paragrafi separati, colori, elenchi puntati;
  • inserisci immagini, facendo attenzione che siano libere da diritti e che non non appesantiscano il file: ottimizzale come dimensione e usa il parametro “ALT-text”

Creare una mailing list

Per ampliare la tua lista e-mail, devi attirare persone con un’offerta convincente.

Solitamente si procede regalando gratuitamente qualcosa in cambio di un indirizzo e-mail. Non deve costarti nulla crearlo o spedirlo, solitamente sono materiali digitali come PDF, file audio MP3 o video che puoi creare da solo a costi minimi o nulli.

Può essere qualsiasi cosa, purché offra valore gratuito ai tuoi visitatori. Spesso si utilizzano i sofware per newsletter per dare contenuti utili agli iscritti e fidelizzarli nel tempo.

Alcuni esempi popolari di offerte per iscriversi ad una mailing list potrebbero essere:

  • Ebooks
  • Un elenco di suggerimenti o risorse
  • Casi studio
  • Un webinar
  • Prove o campioni gratuiti
  • Un preventivo o una consulenza gratuiti
  • Quiz o un’autovalutazione
  • Un coupon

Sai già che in cambio di una mail dovrai offrire valore gratuitamente. Ma un’offerta per essere davvero efficace deve rispettare alcuni punti importanti.

  • Facile da usare: Non offrire un tomo da 1000 pagine. Piuttosto offri un coupon o una guida rapida da poche pagine!
  • Applicabile: l’offerta che proporrai dovrà essere applicabile e utile. Non prendere in giro i tuoi clienti.
  • Di valore: le persone continuano ad acquistare prodotti e servizi se funzionano bene. Dai un assaggio della qualità dei tuoi prodotti o servizi.
  • Rilevante: deve essere qualcosa che stuzzichi davvero l’interesse dei tuoi clienti. Pensa a perchè sono tuoi potenziali clienti e chiediti come potresti aiutarli.
  • Immediatamente disponibile: le persone amano la gratificazione istantanea, quindi qualsiasi sia la tua offerta, la vorranno subito.

Se segui questi suggerimenti, scoprirai che è più facile fare buoni contatti attraverso l’email marketing di massa. Sarai in grado di costruire un elenco di clienti a cui puoi vendere di nuovo ed è così che aumenterai la tua autorevolezza online. Assicurati di seguire alcuni di questi suggerimenti e di essere in grado di guadagnare il prima possibile.

7 commenti

  1. Ciao,un articolo davvero interessante per me che mi sto avvicinando a questo mondo,il mio prossimo passo sarà proprio quello di creare una newsletter, grazie dei consigli!

  2. Ciao Giovanna. Questo articolo cade proprio a pennello. Dopo l’avvio del mio Blog, il prossimo step è proprio quello di lavorare sulla Newsletter. Ho trovato tantissimi spunti e consigli da mettere subito in pratica. Grazie

  3. Ciao Giovanna 😊
    Un articolo davvero interessante e spiegato in modo esaustivo.
    Ho creato la mia Newsletter con MailerLite e piano piano anche grazie ai tuoi suggerimenti vedrò di aggiustarla al meglio. Grazie mille ☺️

  4. La creazione della newsletter è qualcosa che prima o poi dovrò fare! Grazie x tutti i consigli, Giovanna😘

  5. Giovanna, wwwoooowww!!!
    Hai condensato in questo articolo, tantissime informazioni utili!
    Io ho scelto mailerlite e mi trovo molto bene, ma devo lavorare sul mio calendario editoriale e su come strutturare una mail che mi rispecchi dal punto di vista visivo.
    Grazie per tutti i suggerimenti!
    A presto!
    Francesca

  6. Ciao Giovanna,
    questo argomento sarà il prossimo scoglio che dovrò affrontare e i tuoi consigli sono davvero preziosi e l’articolo molto interessante!
    A presto
    Emi

  7. Ciao Giovanna!
    Le campagne via mail sono il prossimo strumento che devo assolutamente iniziare ad usare. Grazie mille per tutte queste informazioni!
    A presto,
    Federica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Join Our Membership

Vuoi essere aggiornata sulle News ? Lasciami la tua email.

Ciao sono Giovanna D’Amore sono una mamma di tre figlie una moglie.

Nasco 5 anni fa come Networker, quasi per gioco, e per avere una mia indipendenza economica.

In questi anni ho provato di tutto per poter emergere e farmi notare nel mio settore, ma non è stato per niente semplice. Ho trovato sulla mia strada tante difficoltà, tanti no e tanti sorrisi falsi.

Quando cercavo di differenziarmi venivo ostacolata ma un bel giorno ho deciso di prendere in mano le redini del mio lavoro appassionandomper tutto quello che una networker può desiderare per la propria attività.

Nasce cosi il mio progetto, aiutare tante ragazze, che come me hanno difficoltà a relazionarsi nel mondo del web e nel network marketing.

Ciao sono Giovanna D’Amore sono una mamma di tre figlie una moglie.

Nasco 5 anni fa come Networker, quasi per gioco, e per avere una mia indipendenza economica.

In questi anni ho provato di tutto per poter emergere e farmi notare nel mio settore, ma non è stato per niente semplice. Ho trovato sulla mia strada tante difficoltà, tanti no e tanti sorrisi falsi.

Quando cercavo di differenziarmi venivo ostacolata ma un bel giorno ho deciso di prendere in mano le redini del mio lavoro appassionandomper tutto quello che una networker può desiderare per la propria attività.

Nasce cosi il mio progetto, aiutare tante ragazze, che come me hanno difficoltà a relazionarsi nel mondo del web e nel network marketing.

Newsletter

Join our newsletter to get the free update, insight, promotion about the entrepreneur, business, and career.